Associazione F4J Italia - Aeromodellisti Jet

                                         

Associazione F4J Italia - Aeromodellisti Jet

            

 MENU PRINCIPALE 



 SPONSOR CAT. SPORT 






 

  REGOLAMENTO COPPA ITALIA F4J "SPORT" - ANNO 2013 


 

Premessa:

Abbiamo tre anni di esperienza in questa formula che ci hanno permesso di analizzare i punti di forza e le aree di miglioramento. Siamo contenti per i riscontri positivi che abbiamo avuto da piloti e spettatori intervenuti e abbiamo pensato a poche modifiche rispetto al regolamento 2012.
Molti sono i piloti che amano la propulsione elettrica e il mondo dei “Ventolari” è in continua crescita. Per questo motivo quest’anno ci saranno incentivi verso questa direzione Sicuramente il “Lancio libero” ha portato spettacolarità ma ha creato difficoltà di giudizio e non ha portato crescita tecnica ai piloti. Per questi motivi abbiamo pensato di sostituirlo con un volo semplice con figure. La figura dell’Helper (aiutante del pilota e colui che chiama le figure) è molto importante e vorremmo far crescere i partecipanti anche in questo senso.
Gli obiettivi che si vogliono perseguire sono come per lo scorso anno coinvolgere il numero più grande possibile di piloti di modelli Jet, con la grande volontà di aiutarli nella crescita, nella padronanza del modello, nell’assemblaggio e per finire un tema a noi caro che è quello della sicurezza.
Riportiamo un pensiero dello scorso anno: Perché quest’orientamento ?, perché cercare di coinvolgere più piloti? La risposta sta nello spirito dell’associazione , che è quello di trovare tanti amici per divertirsi a volare insieme. Perché le gare? Le gare sono uno degli scopi dell’associazione ; in giro ci sono già molti jet-meeting , le gare servono

 


REGOLAMENTO

Modifica nella tipologia dei lanci: Tre lanci con caratteristiche diverse : 1° lancio “Libero con figure”, 2° lancio con figure a coefficiente, 3°lancio “Scale”
Si aggiunge un ulteriore lancio “per squadra” che dovrà essere esclusivamente con propulsione elettrica
Si potrà partecipare con modelli con propulsione a turbina, ventola (elettrica e scoppio) e pulso.
Il modello dovrà essere JET e potrà essere di tipo sport, trainer, semiriproduttivo o full scale.
Non sono ammessi modelli con peso al decollo inferiore ai 2kg (indipendentemente dal tipo di motorizzazione)
Vietata la propulsione con elica esterna

In caso di rottura del modello, il concorrente potrà effettuare ugualmente i lanci con un altro modello
Cambiando la tipologia del volo libero abbiamo deciso in tal senso in quanto l’obiettivo primario è che ogni concorrente possa migliorare il proprio volo, divertirsi e condividere queste esperienze F4J
E‘ comunque concesso l’utilizzo di un unico modello per i componenti della stessa squadra


E’ obbligatorio possedere una assicurazione RC contro terzi

Ogni gara si svolgerà nei due giorni di sabato e domenica
Chi parteciperà all’intero week end avrà diritto ai tre lanci + (se scelto dalla sua squadra) al 4 volo (elettrico)
Chi raggiungerà il campo il sabato deve ricordarsi che occorre arrivare in tempo per effettuare almeno un volo. Si specifica inoltre che il “Time Schedule” per cadenzare i vari lanci nella giornata di riferimento è puramente indicativo, e potrà comunque essere passibile di variazioni ed aggiornamenti che si dovessero rendere necessari al momento.
Sarà comunque cura del caposquadra avere sempre pronto al lancio un componente del proprio Team.
Chi verrà solo uno dei due giorni avrà diritto a due soli lanci, e questo, nel rispetto di chi partecipa nei due giorni.
E’ importante che ogni pilota sia presente per tutto il week end


Lanci: Ogni squadrà eleggerà un coposquadra e sarà lui a comunicare l’ordine di lancio dei piloti della sua compagine.
Verrà effettuato un sorteggio (ogni gara) per stabilire l’ordine di lancio delle varie squadre

Campionato a Squadre: L ’idea è quella di un campionato fra squadre di diversi club provenienti da diverse parti d’Italia ; le squadre devono essere composte da un minimo di due piloti ognuno con il proprio modello; non ci sono limiti al numero di piloti che formano una squadra , ma al contrario un club potrà , se lo desidera partecipare con più squadre , ovviamente ognuna di almeno due piloti. Le squadre verranno dichiarate all’inizio di ogni anno, e non sarà possibile “migrare” da una squadra all’altra.
Chi volesse iscriversi a campionato iniziato, potrà farlo scegliendo lui stesso la squadra già iscritta con la quale partecipare.
I piloti che non dovessero riuscire a “formare” una squadra all’interno del loro club potranno formare una squadra con piloti nella stessa situazione .
Ogni pilota effettuerà i tre lanci di gara previsti , ma soltanto i sei punteggi migliori parteciperanno alla formazione del punteggio della squadra; I due migliori lanci per ogni categoria di lancio contribuiranno al risultato. Due lanci “Scale”, due lanci “Libero” e due lanci “Figure con coefficienti”. Ogni pilota potrà concorrere alla formazione del punteggio della squadra , al massimo con tre voli. Quindi a titolo di esempio , in una squadra di due piloti varranno i tre migliori voli di ciascun pilota , mentre in una squadra di 6 piloti potrà accadere che ognuno di essi parteciperà alla formazione del punteggio della squadra . ( nel caso che ognuno di essi effettui un volo che ha un punteggio più alto dei tre voli rimanenti dei compagni di squadra.)
Si specifica che al fine della classifica finale a squadre del Campionato in oggetto saranno tenuti in considerazione tutti e tre i risultati delle rispettive gare.
Le tre schede di valutazione dei giudici riferite a quello specifico volo saranno consegnate al pilota a cui sono intestate subito dopo la loro registrazione nel tabellone della classifica.


Tre lanci con caratteristiche diverse: Verranno effettuati tre lanci di gara , ma contrariamente al passato con modalità differenti:


LANCIO F4J:

Questo primo lancio ricalca quello che in passato veniva fatto nella categoria SCALE; pertanto per le regole di questo lancio si rimanda al regolamento internazionale F4J nella sua ultima versione con i relativi 5 gruppi di figure ( vedi sito IJMC). http://www.ijmc.net/public_html/docs/2012_diagrams.pdf
Lo scopo di questo lancio è quello di “preparare “ nuovi piloti che desiderino in futuro partecipare a gare più importanti ( es: German Master , World Master etc.)

LANCIO FIGURE CON COEFFICENTI:

Il lancio avrà tre figure obbligatorie, DECOLLO, ATTERRAGGIO e VOLO LIVELLATO e cinque FIGURE A COEFFICIENTE scelte liberamente dal concorrente.
Ogni figura avrà un coefficiente moltiplicatore in funzione delle difficoltà

Coefficienti

01 Touch and Go 1.5
02 Tonneau in 4 tempi 1.3
03 Otto cubano 1.4
04 Tonneau lento 1.2
05 Otto orizzontale 1.2
06 Otto orizzontale con rotazione 1.4
07 Volo rovescio 1.1
08 G-Roll positivo 1,1
09 Mezzo otto cubano 1.2
10 Volo a coltello 1.2
11 Cobra roll 1.1
12 Mezzo otto cubano inverso 1.2
13 2 Tonneau nelle 2 direzioni 1,2
14volo lento configurazione pulita 1.1
15 Immelmann 1.1
16 Looping 1.1
17 volo lento configurazione sporca 1.2
18 2 tonneau stessa direzione 1.2
19 360 in pianta 1,0


LANCIO LIBERO CON FIGURE:
Abbiamo pensato ad un volo semplice con figure che ognuno di noi ha imparato prima di altre. Abbiamo diminuito a 4 le figure per agevolare le ventole elettriche e soprattutto per chi viene per le prime volte con noi.
Le figure dovranno essere dichiarate e l’helper dovrà dichiarare l’inizio e la fine
Decollo ed atterraggio con carrelli (fissi o retrattili) saranno valutati indipendentemente dal circuito di atterraggio.
Nella fattispecie in decollo dovrà essere mantenuto un rateo di salita dritto per almeno 5 secondi (durante i quali retrarre i carrelli se presenti a bordo del modello). E‘ comunque tassativamente vietato per motivi di sicurezza superare la “linea dei giudici”.
La manovra di atterraggio sarà valutata dai giudici dalla fine del tratto in sottovento (inizio virata) fino allo stop dell’helper.
Sono vietati il lancio a mano, il lancio da rampa e con strumenti vari tipo dolly.
Verranno valutati la dolcezza dello stacco e della toccata, il rateo di salita o discesa e per fire se la toccata e lo stacco vengono effettuati davanti ai giudici.
K15 per decollo ed atterraggio
K10 per le altre 4 figure. VOLO RETTILINEO (almeno 5 secondi) – VOLO ROVESCIO (almeno 5 secondi) – TONNEAU- LOOPING
Verranno valutate la centralità, la quota e la precisione della figura

4° VOLO ELETTRICO:
Ogni squadra deciderà un suo pilota che effettuerà un volo con ventola elettrica
Il programma del lancio è quello del “VOLO LIBERO CON FIGURE”
Potrà essere eseguito anche da un pilota che ha volato nei suoi tre lanci con qualsiasi propusione.
Questo volo contribuirà al punteggio totale della squadra ma non sostituirà i 2 migliori voli della squadra nel lancio “LANCIO LIBERO CON FIGURE”
Resta inteso che lo spirito di questo volo è di fare in modo che ogni squadra abbia fra i suoi componenti almeno un pilota che abbia un modello con propulsione a ventola elettrica.

HELPER
Sempre nello spirito della crescita abbiamo pensato di affiancare ad ogni pilota che si approccia per le prime volte alle nostre gare un “PILOTA ESPERTO”.
Fattore fondamentale per lo svolgimento delle gare è la sicurezza per i piloti e per il pubblico, pertanto ogni pilota in gara deve essere affiancato dalla figura dell'Helper. Il compito dell'helper è di dare sostegno , per quanto possibile, al pilota in caso di bisogno durante il volo. Ovviamente qualora si rendesse necessario l'intervento anche momentaneo dell'helper sui comandi radio , l'intero volo sarà considerato a punteggio zero. La seconda funzione dell'helper è di comunicare ai giudici durante la gara lo svolgimento delle manovre secondo il regolamento previsto. Trattandosi di una figura importante e delicata l'helper dovrà essere persona di comprovata esperienza nella conduzione di modelli jet (quindi aver partecipato in precedenza a gare/manifestazioni F4J o raduni documentabili di gare per aeromodelli jet). Ogni pilota può scegliere l'helper all'interno della propria squadra , tra gli accompagnatori o anche tra i componenti di squadre avversarie. In passato questo è successo ed è motivo di orgoglio per la categoria che nonostante la competizione vi sia un così genuino spirito di collaborazione. Non è obbligatorio avvalersi sempre dello stesso helper. E' facoltà di ogni singolo pilota scegliere il proprio helper tra persone di propria fiducia

PREMI
1^ Squadra classificata
2^ Squadra classificata
3^ Squadra classificata
PREMI INDIVIDUALI
1° classificato con propulsione elettrica
2° classificato con propulsione elettrica
3° classificato con propulsione elettrica
Migliore modello
The best of the Show (miglior volo della gara)




CONSIDERAZIONI FINALI:

Ovviamente essendo una formula nuova e sperimentale sarà sicuramente suscettibile di errori e successivi aggiustamenti ; lo spirito deve essere quello di volare divertendosi , sicuramente in sicurezza , con un sano agonismo ,ma senza esasperazioni.



Buon divertimento a tutti.

Il Consiglio direttivo F4J ITALIA


Associazione F4J Italia - Aeromodellisti Jet

 PARTNERS F4J ITALIA 

...provisional...


















Associazione F4J Italia - Aeromodellisti Jet
Webmaster:
Luca Pieroni